Inalazioni, aerosol e docce nasali con acqua termale 

l'acqua termale un valido alleato per la cura delle patologie e fastidi dell'apparato respiratorio

 

Alle Terme Stufe di Nerone le cure inalatorie vengono effettuate con le acque salso-bromo-iodiche alcalino terrose delle sorgenti naturali.

Attraverso l'aerosol sono vaporizzate piccolissime particelle di acqua termale che inalate dal soggetto, passano attraverso l'apparato respiratorio, apportando sollievo e benefici effetti a naso, gola, bronchi, polmoni e laringe.

Le cure inalatorie hanno un effetto terapeutico e preventivo, favorendo una maggior difesa dell'organismo agli attacchi esterni e alle malattie da raffreddamento.

La terapia inalatoria è particolarmente consigliata nella cura di malattie dell'apparato respiratorio e di malattie di competenza otorinolaringoiatrica; nei processi infiammatori di varia natura che interessano le vie respiratorie,anche per i bambini e gli infanti.

 

Presso le Terme è possibile effettuare un ciclo di 12 inalazioni al costo di 10. Non è necessario essere titolari di abbonamento o ingresso.

Cure inalatorie presso le terme

Inalazione a getto di vapore

Metodica che prevede l’inalazione, attraverso un boccaglio in porcellana, di una miscela di vapore acqueo e acqua termale a una temperatura di circa 38°C. Le particelle di acqua, del diametro > 20 micron, espletano a livello della mucosa del rinofaringe e della laringe un’azione di detersione associata all’azione antinfiammatoria propria delle acque delle nostre Terme.

Le indicazioni sono rinite, faringite cronica e laringite cronica.

 

Aerosol

Inalazione, mediante mascherina, boccaglio o forcella nasale, di acqua termale frammentata in fini particelle (3 - 4 micron di diametro) che raggiungono i bronchioli respiratori. La durata di ogni seduta è di 10 minuti; il ciclo comprende 12 sedute al ritmo di una al giorno.

Le indicazioni all’aerosol, con l’impiego delle acque salso-bromo-iodiche- solfato-alcalino-terrose, sono le flogosi cronico-recidivanti delle vie aeree (rinite, sinusite, raffreddore comune, laringite, tracheite, bronchite) e la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO).

 

Doccia nasale micronizzata

Metodica terapeutica, di recente introduzione nella pratica termale, che garantisce una maggiore penetrazione del mezzo termale, oltre che nelle fosse nasali e nel rinofaringe, anche in cavità difficilmente accessibili, quali i seni paranasali, compresi i meati, e le tube di Eustachio.

L’apparecchio, tramite un’apposita ampolla (rino-jet) che il paziente inserisce alternativamente nelle narici, immette a pressione, nelle fosse nasali, acqua minerale nebulizzata, costituita da particelle di circa 20-30 micron di diametro. Il trattamento dura 5 minuti per narice.

Questa metodica consente la detersione delle secrezioni, comprese quelle mucopurulente e crostose, associata alle azioni trofica, decongestionante e mucolitica legate alle proprietà antinfiammatorie delle acque delle nostre Terme.
La doccia nasale micronizzata è indicata anche per “liberare dal muco” la cavità nasale dei bambini molto piccoli. La doccia nasale micronizzata oltre a essere un presidio medicale curativo espleta anche funzione preventiva.

 

Doccia nasale

L’apparecchio eroga, tramite apposita oliva nasale, un flusso di acqua termale a una temperatura di circa 38°C. Il trattamento dura 5 minuti per narice.

Le irrigazioni nasali, che possiedono uno spiccato potere di detersione e di asportazione meccanica delle secrezioni, sono indicate in presenza di alterazioni trofiche e vasomotorie della mucosa nasale.

Le indicazioni alla doccia nasale sono le rinopatie croniche, soprattutto se associate a componenti allergiche o vasomotorie. I lavaggi con acqua termale possono essere utilizzati anche per igienizzare le fosse nasali, al fine di prevenire le affezioni infiammatorie.