Il Parco Termale

tra sorgenti naturali, laghetti, prati

 

Situato nella splendida cornice dei Campi Flegrei, a ridosso del mare e al confine con il lago di Lucrino, il parco termale delle Terme Stufe di Nerone dispone di un'ampio spazio esterno usufruibile tutto l'anno grazie al particolare micro clima temperato che caratterizza l'area geografica.

All'interno del parco termale sono presenti circa 20/25 sorgenti termali calde e fredde che formano due caratteristici laghetti molto differenti l'uno dall'altro per aspetto e composizione delle acque.

Gli spazi verdi sono molto ampi e caratterizzati da una variegata vegetazione tipica dell'area flegrea. Ogni ospite potrà così ritagliarsi e scegliere il proprio spazio di relax e godere del benefico effetto delle acque termali.

Così si potrà scegliere di "catturare" anche i più timidi raggi di sole distesi sul lettino nell'ampia area solarium dedicata all'elioterapia: un'area coperta da prato inglese e punteggiata da alcune zone d'ombra con grandi palme ed alberi quali: il mirto, il melograno, il pepe nero, il sambuco ecc.

Molto caratteristiche sono le "coperture architettoniche" realizzate con le viti autoctone o con la vite americana. Sotto di esse si troverà piacevole ristoro dalla calura delle giornate estive.

Con l'arrivo dell'estate si apre il punto di ristoro all'aperto nel bellissimo agrumeto, per consumare un pasto sfizioso e leggero e proseguire con la giornata alle terme.

Oltre l'agrumeto, lungo il terrazzamento, inizia una flora caratterizzata da grandi alberi di ulivo, carrubo, quercie: ottimi punti lettura o semplicemente distensivi. Chi vorrà, scendendo si troverà la sorgente termale del laghetto di Venere un vero angolo di paradiso da assoporare in assoluto silenzio e meraviglia.